Diagnosi

Le malattie delle valvole cardiache possono essere curate, se scoperte e diagnosticate in tempo.

Se avete più di 65 anni e pensate di avere uno dei sintomi riferibili a una malattia delle valvole cardiache, parlatene al vostro medico di famiglia.

La mancanza di respiro, un senso di costrizione o dolore al petto, i segni di affaticamento o la sensazione di vertigini possono costituire un segnale da non sottovalutare.

  • La prima diagnosi è abbastanza semplice: basta auscultare il cuore con un fonendoscopio. Per diagnosticare le malattie delle valvole cardiache, il medico può utilizzarlo per ascoltare il caratteristico “soffio", che di solito è la prima indicazione di un disturbo di una valvola cardiaca.

  • Successivamente, per una conferma, possono essere effettuate ulteriori indagini diagnostiche che vanno dall’elettrocardiogramma all'ecocardiografia. Questi e altri esami più sofisticati permettono ai medici di eseguire una diagnosi più accurata e determinare il livello di gravità della malattia.